EUCARISTIA FESTIVA

 

«Nel suo giorno il Risorto si rende presente nella celebrazione eucaristica e si dona a noi nella Parola, nel Pane e nel dinamismo del suo amore, permettendoci di vivere la sua stessa vita. Ogni domenica la comunità cristiana, mentre è riconfermata nella sua vocazione, è edificata e vivificata dallo Spirito del Risorto, perché si presenti al mondo quale segno e strumento dell'intima unione con Dio e dell'unità di tutto il genere umano» ("Senza la domenica non possiamo vivere”, Consiglio episcopale permanente della Conferenza episcopale italiana).

 

Fratelli, siate i benvenuti in questa comunità!

Per poter celebrare bene l'Eucarestia domenicale assieme a voi, desideriamo sottolineare alcuni gesti.
L'accoglienza: all'ingresso in chiesa troverai qualcuno che ti accoglie e che ti indica dove puoi trovare posto. Non sentirti ospite, ma familiare. Nell'Eucarestia, infatti, veniamo costituiti come Chiesa, come comunità di fratelli.
Sui banchi sono predisposte le Bibbie con  i segnalibri preparati per le Letture della Messa. Le S. Scritture, proclamate nella fede, contengono la Parola di Dio. Attraverso di esse, il Signore ci parla e ci comunica la sua vita. Apri le Scritture con attenzione, avendone cura.
Alla lettura del Vangelo, tutti i bambini presenti sono invitati a disporsi intorno all'ambone e a baciare l'Evangeliario dopo la proclamazione. L'atteggiamento di semplicità e fiducia che caratterizza la vita dei piccoli fa di essi il modello del credente che ascolta la Parola.
Le preghiere, dopo l'omelia, sono preparate di volta in volta dai membri della comunità, sposi e monaci. Sono la nostra risposta alla Parola e l'intercessione corale per il mondo.
Alla processione offertoriale vengono portati all'altare il pane e il vino. Le offerte non vengono raccolte passando tra i posti. Chi vuole può lasciare la sua offerta entrando in chiesa, su un apposito cestino. È il segno della nostra partecipazione e corresponsabilità nella gestione delle spese comunitarie.
Ogni prima domenica del mese, tutto ciò che viene raccolto è destinato ad un fondo di solidarietà, gestito da alcuni membri - famiglie e monaci - della comunità. Vogliamo così sentirci prossimi a tante situazioni di disagio e di povertà: l'Eucaristia non è altro che carità, da accogliere e condividere.
Le persone che portano le offerte si dispongono attorno all'altare e al sacerdote che presiede l'Eucaristia. Esse rappresentano tutta l'Assemblea, che vive il momento della Preghiera eucaristica con la dignità battesimale di figli di Dio, chiamati ad essere partecipi, per dono gratuito di Dio, al mistero celebrato.
Il segno della Pace viene normalmente portato a tutti da una coppia di sposi. Se la nostra Pace è il Cristo, la vita degli sposi e segno di tale Pace, nel legame d'amore e di riconciliazione che essi vivono nella Chiesa.
Dopo la benedizione finale, tutti i bambini che non si accostano alla S. Comunione vengono per ricevere un piccolo dono: sono i dolcetti preparati per loro dalle mamme e dalle spose.
Usciti di Chiesa, dopo la Messa, abbiamo ancora un tempo prezioso per i saluti, per un dialogo fraterno, per invitarsi reciprocamente a mensa, nelle famiglie. Perché la festa, nel giorno del Signore, continui.
L’Eucaristia celebrata insieme ci faccia camminare verso il Regno, in una cordiale e operosa solidarietà, nel desiderio di incontrare tutti, come ci ha insegnato il Signore Gesù.

Le famiglie e le sorelle e i fratelli della comunità di Marango.

Home                                                              Calendario                                               Monastero                                                  Iniziative                                                              Articoli e pubblicazioni

Chi siamo                                                     Iscriviti                                               Preghiera                                                  Briciole dalla mensa                                              Orari SS. Messe

Come arrivare                                         Contatti                                                        Ospitalità                                                       Una famiglia di famiglie                  Audiovisivi

Monastero di Marango 

Strada Durisi, 12 - 30021 Marango di Caorle - VE

0421.88142  pfr.marango@tiscalinet.it

Privacy